Un anno di storytelling: Trimani, l’amore per la musica e per Torino

Nel 2016 abbiamo pubblicato moltissime storie delle quali sono protagoniste persone in qualche modo legate a Torino. Ve ne riproponiamo alcune come piacevole lettura per le feste.

“A Torino c’è la voglia di cambiare il mondo, è un posto anche per te, la sua bellezza è disarmante, una regina e un re, profumo di caffè”. Se amate Torino, questo ritornello – se non è già successo – vi entrerà in testa, e da lì non se ne andrà più. E la “colpa” è tutta di Francesco Trimani, e della sua bellissima “A Torino c’è”, un inno alla città sabauda composto con gli occhi e il cuore di chi ci vive da sempre. Francesco è un giovane cantautore, innamorato del luogo in cui vive, e innamorato della musica. Un colpo di fulmine nato negli anni delle scuole superiori, grazie all’avvicinamento alla chitarra e ai primi componimenti; negli Anni ’90 la passione arrivò a concretizzarsi con la fondazione del duo “Senso Unico” insieme all’amico Alessandro Zamboni, un sodalizio che portò i due ragazzi a pubblicare un album e li fece approdare alle selezioni di Sanremo Giovani nel 1998. Il duo, dopo una lunga stagione di concerti acustici, si sciolse nel 2000: da lì l’inizio della carriera solista di Francesco.

Dopo anni votati alla musica, finalmente il cantautore arriva al successo con la pubblicazione dell’album di esordio, “L’inizio”, uscito il 2 maggio 2014. Un boom trainato dal singolo “A Torino c’è”, canzone che racchiude la celebrazione delle meraviglie della città, insieme a un messaggio di speranza, integrazione e impegno per renderla ancora più bella e vivibile per tutti. Parole d’amore e una melodia che trascina, e conquista: Torino ha infatti adottato la canzone di Francesco come nuovo inno, utilizzandola in diversi importanti contesti. Tra tutti, gli eventi piemontesi Telethon e la Gtt, che da un anno diffonde la melodia in filodiffusione nelle stazioni della Metropolitana.

E Torino è l’indiscussa protagonista del video della canzone: gli scorci più suggestivi della città – dalla Gran Madre a Porta Palazzo, passando per piazza Castello e la Mole – fanno da sfondo a una storia d’amore tra un uomo e una donna, interpretati da Alex Belli (che molti ricorderanno in Centrovetrine) e da Alice Piano. Il progetto è stato promosso dall’associazione “World Arts”, con il patrocinio della Città di Torino, e sta avendo un riscontro sempre più grande. Compaiono inoltre nel video i bambini dell’associazione “Musica Insieme” di Grugliasco, a simboleggiare il futuro della città, e la cantante Yelewna dell’associazione “Incanto”, a voler trasmettere un’idea di multietnicità, un tratto quanto mai contemporaneo nella realtà cittadina.

Non solo storia e bellezza: il legame tra le canzoni di Francesco e Torino passa anche per il calcio. Già, perché il cantautore è riuscito in un’altra notevole impresa: esibirsi allo Stadio Olimpico (da qualche giorno Grande Torino) durante l’intervallo della partita con la Lazio, il 6 marzo. La canzone? “Grande Torino”, un nuovo inno della squadra, scritto proprio da lui e prodotto dal dj Anthony Louis. I prossimi progetti di Francesco? Sicuramente nuove canzoni, che sono già in fase di scrittura. Chissà se Torino sarà ancora la sua Musa… Noi scommettiamo di sì!

(pubblicato l’8 maggio 2016)

www.francescotrimani.com
https://www.youtube.com/watch?v=WkOVnRHCw94

leggi gli altri articoli di Federica De Benedictis su https://direfaremole.wordpress.com/