Storytelling #15. Emma Travet, la precaria con stile di Erica Vagliengo

 

Giornalista, trentenne, con un debole per il vintage e un amore smisurato per la scrittura. E’ l’identikit di Erica Vagliengo, giornalista e scrittrice di Pinerolo, ma potrebbe essere anche quello di Emma Travet. Chi è Emma, dal cognome che evoca chiare origini piemontesi? Nientemeno che l’alter-ego di Erica. Emma Travet è infatti nata dalla penna – anzi, dalla tastiera – della scrittrice nove anni fa, ai tempi di MySpace, social network in voga agli inizi degli anni 2000. Emma è una trentenne “precaria ma con stile”, giornalista sempre in bilico tra conti da far quadrare e passione per lo shopping, alle prese con marito, suoceri, un capo irascibile e colleghe nemiche/amiche. Soprattutto, con un unico, grande sogno: scrivere per la patinata rivista Vanity Fair. Le avventure di Emma su MySpace, insieme a un blog e agli stickers appiccicati per Torino e in altre città, sono stati i punti cardine iniziali del progetto Emmat, una strategia di personal branding a tutti gli effetti ai tempi in cui il personal branding era un termine sconosciuto ai più. L’obiettivo? Fare da traino alla pubblicazione di “Voglio scrivere per Vanity Fair”, il romanzo di Erica incentrato sulla sua eroina/alter-ego. Missione compiuta. Uscito nel 2009, il libro è stato il coronamento di un sogno. Coronamento, ma allo stesso tempo nuova base di partenza: all’uscita del romanzo sono infatti seguite numerose presentazioni in giro per l’ Italia e persino all’estero, partecipazioni ad eventi e nuove collaborazioni. Erica è l’emblema perfetto di self-made girl della generazione Y: una giovane donna che ha deciso di puntare tutto su se stessa, non lasciando nulla di intentato. Aiutata da un innato carisma, Erica cavalca i tempi e le tendenze. In questi anni ha saputo stare al passo con i cambiamenti del settore della comunicazione, dando vita a due blog paralleli (uno su Emma e uno su se stessa) e a un ebook con collegamenti ipertestuali che rimandano a due negozietti on line, dove vende merchandising legato al brand Emmat e accessori vintage. Da qualche mese, la poliedrica scrittrice ha inaugurato un nuovo filone dedicato alle “ex bambine anni ‘80”, coetanee con cui dialoga attraverso video giornalieri condivisi sulla sua pagina Facebook, tra ricordi di infanzia e aneddoti di vita quotidiana. Erica è ora alle prese con il seguito delle avventure di Emma, romanzo che uscirà probabilmente nell’autunno 2016. Curiosi di sapere cosa succederà a madamin Travet? Iscrivendovi alla mailing list http://emmatravet.us13.list-manage1.com/subscribe?u=ee4b981c7b4a24c3417a68157&id=d0723111d7 riceverete in anteprima il primo capitolo del nuovo libro. Un piccolo regalo di Erica/Emma, in attesa di sapere se riuscirà a conquistarsi un posto nell’agognata redazione di Vanity Fair. Secondo noi ce la farà. Voi che dite?

http://www.emmatravet.com/
http://www.ericavagliengo.com/

Articolo in collaborazione con https://direfaremole.wordpress.com/