Rosalind Krauss mercoledì al Castello di Rivoli

Rosalind Krauss è una delle critiche d’arte più importanti al mondo. Lega indissolubilmente il suo nome all’attività di critica militante a partire dalla metà degli anni Sessanta attraverso la rivista americana Artforum e, in seguito, sulle pagine del periodico October, da lei fondato nel 1976 e sulle cui pagine ha pubblicato uno dei suoi saggi più noti: Sculpture in the Expanded Field (1979). Il principale contributo della Krauss è stato quello di leggere l’arte moderna, post-moderna e contemporanea attraverso una serie di strumenti al tempo inediti per la critica d’arte, utilizzando testi di Ferdinand de Saussure, Michel Foucault, Roland Barthes, Jacques Derrida e Jacques Lacan, tra gli altri. E’ dunque un appuntamento speciale quello di mercoledì 21 giugno al Castello di Rivoli, primo evento del nuovo dipartimento, il Centro di Ricerca. La conferenza sarà anticipata da una laudatio di Luca Cerizza, responsabile del Crri, e seguita dalla proiezione del documentario William Kentridge, Triumphs and Laments (2016). Si comincia alle 17.

Rosalind Krauss
mercoledì 21 giugno
ore 17
Castello di Rivoli
piazzale Mafalda di Savoia
www.castellodirivoli.org