La mostra di La Tour du Pin alla Fortezza Pastiss

 

Un nuovo spazio per l’arte contemporanea, e che spazio! Si tratta del Pastiss, la fortezza sotterranea voluta nel XVI secolo dal Duca Emanuele Filiberto di Savoia e riscoperta da Guido Amoretti e Cesare Volante nel 1958. E’ una casamatta progettata da Ferrante Vitelli per proteggere il bastione di San Lazzaro della Cittadella. Fino a poche settimane fa non era visibile perché soggetta a lavori di recupero da parte dell’Associazione Amici del Museo Pietro Micca. Ora la struttura è tornata accessibile e, fino alla fine del mese, ospita la mostra Sept préludes del giovane artista francese Clémence de La Tour du Pin (pronipote di Charles de Brosses, che aveva esplorato la Cittadella nel 1740 e l’aveva descritta nel libro Viaggio in Italia). La rete di labirinti del tunnel diventa per La Tour du Pin la parte inconscia della città, con le sue anime dimenticate, i suoi desideri, le sue paure nascoste. La fortezza del Pastiss si può visitare nei giorni 9, 10, 16, 17, 23, 24 e 29 novembre, dalle 17 alle 19. Ci si deve prenotare (ci sono dodici posti disponibili per ciascun appuntamento) con una mail a info@tretigalaxie.com.

Clémence de La Tour du Pin
Fortezza del Pastiss
9, 10, 16, 17, 23, 24, 29 novembre
ore 17-19
via Papacino angolo corso Matteotti
www.tretigalaxie.com