Torino ritrova la pizza della Flegrea

pizzeria feltra Turin

Torino ritrova una pizzeria storica. Dopo una chiusura di un paio di anni ha riaperto la Flegrea, un tempo luogo di appuntamento fisso in città. Il locale, su due piani, è stato completamente ristrutturato: al piano terra una location originale, con tavoli da sei posti sedendosi sulle poltroncine che appartenevano al teatro Macario; al primo piano un arredamento classico, con tavoli, sedie e un ambiente caratterizzato dalle riproduzioni delle prime pagine de La Stampa alle pareti.
I due proprietari, Gianluca Poggio ed Enrique Jiménez, hanno poi puntato sulla qualità per quanto riguarda le pizze. A cominciare dai forni, non più quello a legna ma tre forni elettrici Izzo, con suolo e camera di cottura in mattoni refrattari (uno di questi è dedicato alle sole pizze senza glutine). Poi le materie prime per pizze di matrice napoletana: farine del mulino Quaglia, prodotti Dop, Igp e Slow Food provenienti dai migliori produttori (soprattutto della Campania) come le otto tipologie differenti di pomodori, la mozzarella di bufala, i capperi di Salina, le alici e il tonno di Cetara. Accanto alle pizze si trovano anche altre proposte della tradizione napoletana come i fritti (arancini, calzoni, crocché e frittelline di mare) e primi piatti. E con le birre di Soralamà, c’è anche la possibilità di scegliere da una lista di champagne di vigneron poco noti al pubblico, ma di grande impatto e dai prezzi ragionevoli. Anche al calice.

Pizzeria Flegrea
corso Massimo D’Azeglio 114
Torino
tel. 0110373846
chiusura: martedì